Nani

 

Informazioni di base e caratteristiche fisiche
I nani hanno la corporatura molto tozza e possente con braccia e gambe molto muscolose anche se corte; questo li rende molto forti, ma allo stesso tempo poco agili. Sono instancabili lavoratori e con il tempo hanno sviluppato una resistenza a dir poco incredibile, infatti si utilizza spesso la similitudine "Lavori come un nano!", questo per dimostrare il grande impegno e la grande tenacia che mettono in ogni cosa che fanno. L'altezza media è 1,40 con un peso che si aggira intorno ai 90 kg. Il loro interesse principale è quello di scavare tra le grandi montagne alla ricerca delle ricchezze della natura come oro, argento, diamanti ed altre pietre preziose. La conoscenza della terra, la resistenza fisica e la grande abilità nelle arti belliche sono sempre state le caratteristiche peculiari di questo popolo. Spesso i loro caratteri burberi ed introversi li hanno portati a isolarsi lontano dalle faccende delle altre razze. Da sempre i nani sono stati un popolo di grandi guerrieri, orgogliosi delle loro tradizioni, della loro storia e soprattutto dei loro avi. I nani hanno sviluppato nella storia un ingegno tecnologico piuttosto spiccato, alcuni esempi sono i sistemi di illuminazione artificiale delle loro gallerie, i mezzi di trasporto o le prigioni murate. La storia ha portato alcuni nani a convivere con altre razze cercando di trovare comunque un ambiente "familiare" in cui abitare, lavorare e commerciare , il loro desiderio è sempre volto agli interessi della propria famiglia e della propria comunità.

Rapporto con la religione
I nani hanno un profondo senso religioso e pregano essenzialmente una divinità chiamata un tempo Mordak, custode dell'ingegno, dei lavori manuali, che loro associarono in particolar modo al lavoro metallurgico. Lo chiamano anche "Il Mastro Forgiatore". Per loro Mordak rappresenta anche il Dio Guerriero, spesso contrapposto ad Aruuka e dotato delle migliori armi, da lui stesso forgiate. Le fucine di Mordak, per i nani, sono al centro della terra e i vulcani i suoi comignoli, per questo, nella loro iconografia è associato anche alla Terra. La maggiore aspirazione nanica è scendere, con i propri avi, nelle fucine di Mordak, per aiutarlo nella propria forgia, quindi sono soliti seppellire i propri defunti, spesso con un martello da carpentiere della migliore fattura. Siccome tutto porta a Mordak, per loro è anche facilmente spiegata la legge di gravità.
Ci sono templi dedicati dove i nani si raccolgono nelle festività (molto rare) per celebrare riti a questo Dio, ma la vera fede i nani si rispecchia in tutto quello che fanno. Ad esempio: se un fabbro sta forgiando un'ascia, egli sa che Mordak è li che vibra il pesante martello con lui! Questo è il senso religioso dei nani, la divinità non è qualcosa di astratto, ma è in quello che il nano fa.

 

Abilità
I nani sono molto abili con i lavori manuali come la forgiatura e la costruzione di edifici in pietra, sono abilissimi minatori ed eccellenti guerrieri; sono un po' meno abili nel lavorare il legno e non amano lavorare tessuti e pelli. L'agricoltura è un'attività praticata soprattutto per la coltivazione di piante per ricavare estratti per distillati o liquori.
Sono i maestri nell'uso dell'ascia e del martello da guerra, armi ad asta e archi creano loro qualche problema, mentre preferiscono usare balestre e archibugi. Famosi ed esportati in tutto il mondo sono il tabacco nanico e la birra nanica, di cui ne esistono di diversi tipi.
I nani sono dotati di grande forza e resistenza ma di poca agilità, la loro indole, come già accennato, li rende molto poco socievoli e piuttosto burberi. La loro bassa stature, unita alla costituzione li rendono resistenti allo sbilanciamento. Sono capaci di vedere al buio molto bene, i loro occhi si sono infatti sviluppati per vedere all'interno delle gallerie delle montagne, dove la luce tende a non arrivare. Hanno un'innata resistenza verso alcolici (spesso considerati come panacee da questo popolo), veleni, malattie e alle avversità di tipo fisico; i terreni di montagna sono la loro casa e non li preoccupano, camminare in montagna è come passeggiare in pianura, per loro.

Prova a generare casualmente alcuni nomi da Nani e prendi spunto per il nome da dare al tuo personaggio, tenendo conto che questa razza ha le sue peculiarità linguistiche:

Print Friendly