Regolamento

Regolamento


 

Sword of Darkness è un gioco di ruolo online multiutente gratuito, a cui chiunque è libero di iscriversi e di giocare dalle proprie postazioni. Per semplicità, nelle regole chiameremo personaggio (abbreviato pg) l'avatar che viene guidato nel gioco, e giocatore l'utente che agisce sul personaggio. Per giocare, ognuno è tenuto ad accettare alcune regole, sia di comportamento che di interazione:

Parte I – Norme preliminari

Art. 1 Ogni decisione dello Staff viene presa per il bene della comunità giocante. Lo Staff per primo si impegna a comportarsi civilmente con gli utenti del gioco.

Art. 2 Richieste e Segnalazioni Le richieste e le segnalazioni allo Staff devono essere effettuate tramite i mezzi ufficiali (forum). Ogni altra richiesta e segnalazione effettuata tramite altri canali non verrà considerata ufficiale né presa in considerazione. I tempi di risposta dello Staff sono a sua discrezione.

Art. 3 Lo Staff È vietato spacciarsi per un membro dello Staff. Un giocatore colto o denunciato (con prove) per aver provato a farlo sarà allontanato dal gioco e il suo personaggio verrà bloccato. È vietato utilizzare strumenti e software per carpire informazioni degli utenti collegati al gioco.

Art. 4 I giocatori Se si entra nel gioco si è letto ed accettato il presente statuto, si è maggiorenni o si gioca in compagnia di un maggiorenne.

Parte II – Il Gioco di Ruolo

Art. 5 Interazione nel GDR Sword of Darkness è un gioco di ruolo. Ogni azione che viene intrapresa da un pg a un altro pg NON deve essere intesa come interazioni tra i giocatori, ma tra i personaggi nel mondo del gioco. L'Art. 8 caratterizza un particolare aspetto delle interazioni tra giocatori.

Art. 6 Nome del personaggio È richiesto dallo Staff una scelta accurata del nome del proprio personaggio in quanto non sarà più modificabile se non per richiesta dello Staff stesso. Il nome deve essere consono all'ambientazione: se inesperti si consiglia l'utilizzo del generatore di nomi presente sul sito, a seconda della razza, o l'utilizzo di nomi di personaggi minori di romanzi fantasy. Verrà richiesto, a discrezione dello Staff, il cambiamento del nome, in caso di scelta di nomi di personaggi molto noti (Gandalf, Aragorn, Daenerys), o loro storpiature.

Art. 6-Bis Nome del personaggio Considerando ancora il gioco non completo in tutte le sue meccaniche, non è immediato cambiare il nome del personaggio di un giocatore da parte dello staff. Per questo, e considerando l'articolo 6, ogni personaggio creato (dal momento della stesura di questo articolo) con nome non consono verrà bannato dal gioco in modo permanente. Il giocatore potrà comunque sia creare un nuovo personaggio con cui giocare serenamente. In caso di lamentele per questi provvedimenti, si potrà usare il forum denominato altare delle preghiere (login e password sono le stesse del giocatore creato).

Art. 7 Generale – GDR Sword of Darkness è un gioco di ruolo con ambientazione fantastica propria, non legata ad alcuna saga letteraria. Per non privare dello spessore al gioco degli utenti è d'obbligo mantenere il “ruolo”. Gli eventi che vivono o interessano i giocatori non devono intervenire dentro il gioco se non sono ad esso collegati (esempio: è vietato per un pg festeggiare/parlare/citare il Canicattì vincitore del campionato Italiano di serie A). Non è consentito di parlare OFF-game neppure con eventuali tag. La lingua ufficiale del gioco è l’italiano. Non è consentito usare dialetti in gioco. In gioco è presente un comando che permette di parlare ad altri utenti senza che appaia cosa viene detto ad altri utenti collegati nella stanza: per questo meccanismo (sussurra) è tollerato un minimo di canale OFF solo limitato ai seguenti casi: – spiegazione di una meccanica particolare a neofiti; – scambio veloce di contatti OFF.

Art. 7-Bis GDR Per rendere migliore il livello del gioco di ruolo, non saranno tollerati comportamenti non realistici riconducili a problemi di meccaniche, se questi fatti arrecheranno disturbo o peggioreranno l'atmosfera del gioco. E' inoltre vietato raggirare il combattimento dei mob o peggio ancora di avversari pg con meccaniche in grado di bloccarne altre e/o rendere il PG sempre invincibile (sono situazioni da segnalare come bug, preferibilmente tramite l'altare delle preghiere).

Art. 8 Gioco a rischio Non è consentito un gioco accentuatamente violento e/o a sfondo sessuale previo accordo tra i giocatori. Le azioni dei pg, anche se rivolte ad altri pg (e non giocatori), potrebbero turbare i giocatori che li usano o ne assistono passivamente alla scena anche per esperienze che essi stessi potrebbero aver vissuto. In ogni caso, si consiglia giocare una scena a rischio con un semplice esprimi, senza scendere in particolari di dubbio gusto.

Art. 9 Canali OFF-Game È vietato l'utilizzo di canali OFF per scambiare informazioni di gioco che portino un effettivo vantaggio con la conoscenza delle stesse. Per canali OFF si intendono mail, forum, ICQ, MSN, Skype ecc. E' tuttavia possibile organizzare clan, eventi e giocate tramite canali OFF, ben distinguendo però dalla conoscenza del pg dalla conoscenza del giocatore.

In merito agli incontri, l'uso di canali OFF è da considerarsi come spiegato nei seguenti esempi: – darsi un appuntamento in un luogo (città o punto di riferimento nella wild) per poi fare una giocata, è corretto – incontrarsi i una posizione x,y casuale, venendo da due lati opposti del mondo, è paradossale e pertanto potrebbe non essere tollerato – incontrarsi in collina per difendere l'amico attaccato dai briganti, è paradossale e non tollerabile – incontrarsi ai portoni per difendere l'amico attaccato dai briganti, può essere tollerato, ma lo staff si riserva di prendere decisioni puntuali in merito a seconda del contesto.

In sostanza, è possibile usare i canali OFF per parlare di cose OFF (calcio, politica, msica e quello che volete), organizzare i clan (anche tramite i forum), organizzare giocate (punti di ritrovo, giorni, orari…); potranno invece essere punite situazioni paradossali, specialmente se arrecano danno ad altri (chiamare gli amici per farsi difendere, far loggare 5 pg amici di colpo per aiutare in uno scontro, ecc.).

Parte III – Regole di comportamento

Art. 10 Gestione del personaggio Ogni giocatore può avere un personaggio legato a un indirizzo e-mail, e può usare solo un unico personaggio alla volta. Scambi di oggetti tra personaggi di un unico giocatore, se scoperti, verranno considerati comportamento scorretto (Art. 15). Il personaggio non può essere ceduto ad altri giocatori e il giocatore che lo guida ne è il diretto responsabile. Lo Staff non richiederà mai in nessun caso la password di un pg.

Art. 11 Auto-Regolamentazione Ogni comunità in gioco è libera di stabilire delle regole interne in aggiunta a quelle del presente statuto.

Art. 12 Rapporto tra persone È vietato offendere qualsiasi utente del gioco, che sia membro dello Staff e/o giocatore. Mantenere un comportamento corretto è buona regola di convivenza, sono pertanto vietate bestemmie e insulti tra giocatori.

Art. 13 Discussioni rischio-flame Sui canali OFF è vietato ogni argomento religioso e politico (OFF), e sarà moderata ogni discussione a rischio flame. Lo scopo di ogni canale messo a disposizione è la corretta fruizione del gioco e limitata al campo ludico. Si consiglia di usare canali appropriati per discussioni a rischio flame.

Art. 14 Intervento dello Staff in gioco In caso di animazioni di specificate avventure o per semplice intervento, i membri dello Staff potrebbero intervenire in gioco. L'intenzione è quella di creare situazioni di gioco e non intende punire dei giocatori, anche se un eventuale loro intervento potrebbe danneggiare qualcuno.

Art. 15 Dinamicità del gioco Il gioco è dinamico ed evolve nel tempo, anche quando non è presente il personaggio guidato da un giocatore. Non è possibile recriminare per eventuali cambiamenti all'equilibrio del gioco in caso di assenza del giocatore e/o di equilibri cambiati per lecite giocate.

Art. 16 Comportamenti scorretti È vietato uccidere ripetutamente (da parte dello stesso pg o gruppo di pg) un personaggio per il solo sfizio di tormentarlo, se questo rinasce al proprio cimitero, a meno che sia la stessa vittima ad istigare i propri carnefici.

Art. 17 Guerre tra clan I personaggi si possono riunire in clan. Nell’appendice A, vi sono le regole tra i rapporti tra Clan.

Parte IV – Meccaniche

Art. 18 Segnalazione Bug È obbligatorio denunciare eventuali e/o presunti bug e non usufruirsi degli stessi per avvantaggiare il proprio personaggio. Per farlo esistono le apposite sezioni del forum. Nel caso in cui un personaggio verrà colto a sfruttare bug meccanici noti o sconosciuti è da considerarsi un comportamento scorretto come da Art. 15.

Parte V – Sanzioni

Art. 19 Le Sanzioni Il mancato rispetto di una delle regole di questo statuto può portare a una delle sanzioni previste per il gioco, tra cui: – Allontanamento temporaneo dal gioco e: verrà allontanato per un periodo variabile a seconda della gravità, della ripetizione nel tempo ma non sanzionata e della recidività del comportamento scorretto. – Allontanamenti definitivo dal gioco: verrà allontanato definitivamente un giocatore o un personaggio per suoi reiterati comportamenti scorretti. – Allontanamento dal forum del gioco.

Anche se non descritto, è possibile un intervento in gioco di un membro dello Staff non punitivo ma esemplare per correggere eventuali comportamenti scorretti non ritenuti particolarmente gravi. L’allontanamento dal forum potrà avvenire nel caso di comportamenti scorretti sul forum, e nel caso di un allontanamento definito dal gioco dopo almeno un mese dall’avvenuto allontanamento.

Parte VI – Modifiche e Disclaimer

Art. 21 Modifiche al Regolamento In qualsiasi momento, lo Staff si può ritenere autorizzato a modificare il presente statuto.

Art. 21 Disclaimer Il gioco ed il client sono protetti dalla legge italiana sul diritto d'autore e sono rilasciati “così come sono” senza alcuna garanzia né impegno. In nessun caso lo Staff e gli autori dei materiali presenti potranno essere ritenuti responsabili per danni diretti, indiretti, accidentali, speciali o conseguenti danni (inclusa la sospensione del servizio o interruzione dello stesso). È inoltre vietato utilizzare software non ufficiali, al fine di avvantaggiare il proprio personaggio. Gli strumenti ufficiali sono disponibili sul sito del gioco e/o riconosciuti validi dallo Staff. Lo stesso Staff è altresì proprietario di ogni personaggio e si riserva il diritto di sospendere il servizio senza preavviso in caso di scorretto utilizzo o di inosservanza delle regole. L'iscrizione al gioco implica il consenso a quanto scritto in questo regolamento e l'osservazione delle regole.

Nota finale dello Staff

Non abbiamo aperto un gioco per fare dei giudici. Non abbiamo aperto un gioco per far rispettare un regolamento. Abbiamo aperto un gioco per il quale, riteniamo, il rispetto di queste semplici regole lo possa rendere più divertente e più motivante, oltre che corretto dal punto di vista dei rapporti tra giocatori. Un giocatore che viola alcune di queste regole non è più furbo degli altri, sta semplicemente barando in un gioco dove nessuno, in realtà, è mai vincitore.

 

Appendice A: clan di personaggi

Creazione del Clan Un clan può essere creato come semplice accordo tra più personaggi per raggiungere fini comuni. Non ci sono limitazioni agli accordi che i personaggi possono sottoscrivere o accordare tra loro, ma questi devono rispettare il regolamento del gioco. Se si desidera dare un fondamento storico al proprio clan, questo verrà vagliato dallo Staff. In caso contrario, il clan non ha bisogno delle meccaniche per esistere, basta un accordo in gioco. Le meccaniche potranno essere fornite con i tempi corretti. Le finalità del clan possono essere le più disparate, e i clan possono essere : gilde commerciali, clan razziali, organizzazioni criminali, paramilitari o militari, ecc…, ma se il clan vuol essere supportato meccanicamente, la richiesta deve renderle esplicite.

Ruoli nel clan Un clan ha, al suo interno, vari ruoli, tra cui uno o più responsabili/capoclan e altri membri con più o meno poteri. I capoclan sono i responsabili, nei confronti dello Staff, della gestione del clan e delle aree di mappa ad essi collegati se presenti (Vedi Clan e Villaggi), anche se ad essi non è imputabile il comportamento dei singoli membri del clan. Tra i capoclan, due sono incaricati alle comunicazioni con lo Staff per effettuare le richieste. Gli altri membri dei clan possono avere più o meno privilegi, a seconda delle impostazioni dei clan stabilite dai capoclan. Un personaggio può appartenere a più clan, e ricoprire in essi più o meno compiti, anche diversi.

Clan e Villaggi Un clan può essere collegato a uno o più villaggi. Ogni villaggio è collegato ad almeno un clan, salvo quelli gestiti direttamente dallo Staff. Per creare un nuovo villaggio, un capoclan incaricato alle comunicazioni deve richiedere allo staff l'apertura di un cantiere e fornirne i file creati e descritti con il SoD Mapper, oltreché la locazione in x,y sulla mappa del mondo. Allo stesso modo si procede con l'espansione di un villaggio esistente, ovviamente senza bisogno di fornire le coordinate cittadine. Un capoclan può gestire varie cose all'interno di un villaggio collegato al proprio clan, tra cui impostare le tasse cittadine.

Sviluppo e vita del Clan Inevitabilmente, per far crescere e progredire il proprio clan, si verranno a richiedere modifiche o aggiunte nel tempo per mano dello Staff. Ogni richiesta verrà vagliata, ma avrà diverse priorità:

a) Le richieste fattibili, ovvero cosa chiedete e probabilmente verrà concesso in -relativamente- poco tempo

  • Un nuovo mob, cui vengono forniti posizione nella mappa cittadina, descrizione, social.

  • Una modifica alla mappa cittadina, cui vengono forniti la nuova mappa cittadina e le descrizioni delle aree.

  • Una modifica a un oggetto esistente.

b) Le richieste probabili, ovvero cosa chiedete e verrà concesso dopo un po' tempo

  • Un nuovo mob a cui non vengono fornite parte delle informazioni richieste.

  • Un nuovo oggetto, cui vengono forniti descrizione per il gioco e off gioco, oltre alle motivazioni di inserimento in gioco.

c) Le richieste impossibili, ovvero cosa potete chiedere e che molto probabilmente non avrete mai

   * Un nuovo mob cui non vengono fornite informazioni richieste.
   * Qualsiasi cosa non rientra nel gruppo di cui sopra cui e che non sono riuscito ad immaginarmi.
      

Rapporti tra clan I vari clan possono essere in rapporti particolari tra loro. Ogni clan può stabilire un rapporto con un altro clan automaticamente, stabilendolo univocamente.

Ad esempio, un clan A e un clan B potrebbero essere alleati:

Clan A > alleato > Clan B & Clan B > alleato > Clan A

Ma allo stesso tempo potrebbero avere anche rapporti diversi tra loro:

Clan A > amico > Clan B & Clan B > neutrale > Clan A

Gli stati possibili dei rapporti tra clan sono stabiliti meccanicamente dai tag: [nemico], [ostile], [neutrale], [amico], [alleato]. Far parte di un clan nemico vuol dire subire gli attacchi da parte dei mob guardie con meno probabilità ma analogamente allo status di esiliato, senza comportare meccanicamente l’ingresso del pg nemico nella lista degli esiliati (vedi Guerre tra clan). Le differenze tra gli altri stati sono lasciate alla libera interpretazione in gioco.

I clan, come detto in precedenza, possono avere il controllo di un villaggio o meno, questo significa che un clan potrebbe far capo alla città appartenente a un altro clan. Per questo non sono esclusi rapporti commerciali o semplici tra clan, che si possono stabilire senza bisogno di alcuna meccanica.

I clan possono anche rivendicare aree wild a discapito di altri clan. Queste situazioni possono essere risolte indipendentemente tra i clan stessi. Un’area wild rivendicata e ottenuta con successo da un clan è da considerarsi territorio di quel clan, anche se a livello meccanico non cambia niente da un’altra qualsiasi area wild.

Guerre di clan Due o più clan possono entrare in guerra tra loro, in genere impostando i rapporti in [nemico]. Quando viene creata una guerra tra clan, si segnala allo staff la data di inizio della guerra, la motivazione, le condizioni in cui uno dei due clan si ritiene vittorioso (status quo, concessione di tributi mensili, territorio wild, testa del re, villaggio nemico ecc…).

Lo staff ritiene terminate le ostilità nel momento in cui si verifica una delle condizioni di cui sopra, nel caso anche cedendo la proprietà di un villaggio a un clan vittorioso (il ché non implica necessariamente il cacciarne gli abitanti), e lo stato di nemico viene automaticamente rimosso.

Print Friendly